Birds of passage. I musicisti napoletani e New York (1895-1940)

Il volume affronta per la prima volta la storia della canzone napoletana in rapporto all´emigrazione iitaliana del Novecento. Da Enrico Caruso fino alla più modesta vedette di provincia il canto si alontana dallo stile operistico e diventa popular per temi, impostazioni e pubblico.
L´emigrazione negli Stati Uniti contribuisce a rendere questo repertorio, legato ad ambienti e luoghi specifici, uno dei primi esempi moderni di musica transnazionale. La canzone napoletana volge a proprio beneficio le nuove scoperte nel campo della riproduzione sonora, come il fonografo, per mantenere saldo il rapporto con la tradizione e partecipare, insieme alla musica delle altre minoranze etniche, alla nascita dell´identità americana.

Simona Frasca, musicista, musicologa e critico musicale (Il Giornale della Musica, il Manifesto, Alias, Rumore, Radio Rai), ha condotto studi di storia sociale della musica, in particolare del free jazz e sull´inizio del´era discografica. Si occupa dello scenario underground rock, dei modelli di produzione e di consumo e in generale dei rapporti inter-generazionali attraverso la musica.

Autore: 
Simona Frasca
Pubblicato nel: 
2010
Tradotto in inglese da:
con il titolo: Italian Birds of Passage