Il Diritto di avere diritti

Un innegabile bisogno di diritti e di diritto si manifesta ovunque, sfida ogni forma di repressione, innerva la stessa politica.
Poteri privati forti e prepotenti sfuggono agli storici controlli degli Stati e ridisegnano il mondo e le vite. Ma sempre più donne e uomini li combattono, denunciano le diseguaglianze, si organizzano su Internet, sfidano regimi politici autoritari. La loro azione è una planetaria, quotidiana dichiarazione di diritti, che si oppone alla pretesa di far regolare tutto solo dal mercato, mette al centro la dignità delle persone, fa emergere i beni comuni e guarda a un futuro dove la tecnoscienza sta costruendo una diversa immagine dell’uomo. È nata una nuova idea di cittadinanza, di un patrimonio di diritti che accompagna la persona in ogni luogo del mondo.

 

A Stefano Rodotà per il libro è stato assegnato il Premio De Sanctis per la Saggistica 2013: "Un'opera rigorosa e appassionata, ricca di sapienza giuridica e aperta alle nuove sfide del presente".

Autore: 
Stefano Rodotà
Pubblicato nel: 
2013
Tradotto in spagnolo da:
con il titolo: El Derecho a tener derechos