Introduzione alla vita etica

Uno degli ultimi testi di Giuseppe Capograssi (1889-1956), protagonista eccezionale del panorama culturale italiano, sia per la sua umiltà che per l'ampiezza del suo pensiero. Il testo descrive l'individuo nell'avventura storica della sua esistenza e della sua azione, senza mai discostarsi dal livello della vita concreta: il destino dell'uomo non si distingue da quello di ciascun uomo, nell'analisi dei problemi, grandi e piccoli, che deve affrontare, dallo svago all'impegno, dal lavoro al riposo, dal diritto alla politica, dalla disperazione alla speranza, dalla storia a Dio. E' raro trovare in filosofia qualcosa di così simile a un canto - Salvatore Satta evocò la bellezza di "questa opera musicale che è l'Introduzione alla vita etica" -, tanta è la semplicità vibrante e l'intensità dell'analisi delle azioni e delle implicazioni dell'individuo nel quotidiano. Non si tratta soltanto di un grande testo di filosofia morale ma di una vera e propria elegia alla speranza e alla vita.

Autore: 
Giuseppe Capograssi
Pubblicato nel: 
1953
Tradotto in francese da:
con il titolo: Introduction à la vie éthique