Istituzioni e Norme

L'autonomia del diritto, intesa nel suo senso più ampio come una istituzione umana di regole coercitive o sanzioni, volta a dare una certa regolarità e un ordine dato ai comportamenti individuali e collettivi, non deriva dalla sua essenza logica o dalla sua natura concettuale. Di fatto la separazione del diritto dalle altre sfere sociali, compresa la religione e il potere, appartiene alla costituzione sociale e storica della modernità. Questa considerazione del diritto come creazione sociale-storica mostra che l'ordinamento giuridico di regole è radicato nel sistema simbolico dei significati sociali. Ma solo in una società che riconosce il cambiamento radicale storico dalle istituzioni sociali alle norme giuridiche ha senso una domanda di giustizia delle leggi istituite, preoccupazione basilare della filosofia del diritto.
Nella fase avanzata della modernità che conosciamo col nome di globalizzazione ci sono ancora le condizioni perchè sia efficace quel collegamento reciproco tra le normative esistenti e la società che nel dispositivo simbolico della democrazia moderna ha acquisito un carattere costitutivo?
 

Autore: 
Fabio Ciaramelli
Pubblicato nel: 
2006
Tradotto in spagnolo da:
con il titolo: Instituciones y normas