La Casa del mugnaio

Questa lettura della «Schöne Müllerin» di Wilhelm Müller e Franz Schubert (1823) colloca il ciclo liederistico in una prospettiva interdisciplinare multipla. La psicologia della musica illustra come l’ascoltatore esperisca la strutturazione temporale dell’opera. Di pari passo, gli strumenti della psicopatologia fenomenologica aprono squarci rivelatori sullo struggente percorso esistenziale del protagonista, il Mugnaio. L’interpretazione viene infine contestualizzata nel rapporto intellettuale e sentimentale che legò il musicista all’amico poeta Johann Mayrhofer.
 

Autore: 
Giuseppina La Face Bianconi
Pubblicato nel: 
2004
Tradotto in tedesco da:
con il titolo: Der Haus des Muellers