Santi e Patroni

Quello dei santi è un fenomeno presente in molte religioni. Questo volume si occupa dei santi della cristianità cattolica.
I santi sono riconoscibili perché caratterizzati da oggetti, segni o atteggiamenti che vengono chiamati "attributi" e che ritroviamo costantemente sia nelle opere d’arte che nelle immagini popolari che li raffigurano. Alcuni di questi attributi sono ispirati a episodi della vita dei santi (riguardanti eventi drammatici, come il martirio, o eventi simbolici di misericordia): si pensi a santa Lucia che reca due occhi su un piatto, o al vaso di unguento di santa Maria Maddalena. In alcuni casi gli attributi rivelano di chi sia patrono il santo: così gli attributi di sant’Apollonia sono delle tenaglie con un dente in mezzo, a rivelarne la natura di patrona dei dentisti. Dopo un’introduzione sul senso e la storia delle raffigurazioni dei santi, il volume procede cronologicamente descrivendone le vite, dalle origini alla contemporaneità. La descrizione è accompagnata da immagini in cui si possono riconoscere gli attributi. Si parte dai genitori di Maria, Anna e Gioacchino, per passare ai santi evangelici e poi ai primi tempi del cristianesimo. Il Medioevo è ricco di fi gure, le più diverse, mentre mistici, santi della carità e fondatori di Ordini pullulano nell’età moderna. Non sono da meno l’800 e il ’900, in cui la Chiesa ha perso il potere territoriale, ma nei luoghi più disparati nascono fi gure che si dedicano ai più emarginati e al loro riscatto, ai lavori educativi e alle imprese missionarie in altri Paesi, sino a figure ben note come Madre Teresa di Calcutta.

Autore: 
Fernando e Gioia Lanzi
Pubblicato nel: 
2013
Tradotto in spagnolo da:
con il titolo: Los Santos y los Patronos